Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - puntoEuropa

 
 
 
 
 

Pacchetto qualità: pubblicato regolamento UE

Sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea L 343 del 14 dicembre 2012 è stato pubblicato il regolamento (UE) 21 novembre 2012, n. 1151 “ Regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 novembre 2012, sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari”.

Il regolamento si applica ai prodotti agricoli destinati al consumo umano elencati nell’allegato I del trattato e a un elenco di prodotti non compresi in tale allegato e strettamente connessi alla produzione agricola o all’economia rurale. Non riguarda però la normativa europea in materia di vini, vini aromatizzati, bevande spiritose, prodotti dell’agricoltura biologica e regioni ultraperiferiche.

Gli elementi principali si riferiscono a:

- Rafforzamento degli strumenti DOP e IGP;

- Revisione dello strumento STG;

- Introduzione di nuove indicazioni facoltative di qualità.

Per quanto riguarda le DOP e le IGP, gli aspetti più rilevanti sono:

- L’ adozione di alcune modifiche delle definizioni per renderle più semplici e chiare;

- il riconoscimento del ruolo e delle responsabilità dei gruppi che richiedono la registrazione dei nomi, quanto a monitoraggio, promozione e comunicazione;

- il rafforzamento del livello di protezione dei nomi registrati (contro i casi di usurpazione, imitazione ed evocazione) e dei simboli UE;

- l’abbreviamento della procedura di registrazione.

Quanto allo strumento STG, il regolamento fissa a trent’anni il periodo di tempo necessario per garantire la dicitura “tradizionale”. Inoltre, vengono semplificate le procedure di registrazione, che vengono allineate a quelle previste per i prodotti DOP/IGP.

Le indicazioni facoltative di qualità hanno lo scopo di agevolare la comunicazione, da parte dei produttori, nel mercato interno delle caratteristiche o proprietà dei prodotti agricoli che conferiscono a questi ultimi valore aggiunto. Rientra in tali indicazioni quella di “prodotto di montagna”.

Un altro aspetto importante è dato dal rafforzamento dei controlli. Infatti, poiché la fiducia dei consumatori è centrale, ed è credibile solo se accompagnato da verifiche e controlli effettivi, si imposta un sistema di monitoraggio mediante controlli ufficiali (ex reg. 882/2004). Il sistema di controlli si applica a tutte le fasi di produzione, trasformazione e distribuzione. Inoltre, gli operatori vengono sottoposti a un sistema che verifichi il rispetto del disciplinare.

Il presente regolamento risponde anche all’obiettivo di semplificazione della PAC, in quanto abroga e sostituisce i precedenti regolamenti (CE) n. 509/2006 e (CE) n. 510/2006.

 
 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy