Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - puntoEuropa

 
 
 
 
 

Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica.

3 luglio 2013: via libera dal Senato alla ratifica della Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne firmata da ventinove stati l'11 maggio 2011 e redatta dal Consiglio d'Europa, l'unico organo responsabile a livello europeo in materia di diritti umani.
La convenzione, potrà entrare in vigore il primo giorno del mese successivo la data in cui almeno dieci paesi firmatari abbiano dato il loro consenso alla ratifica e quindi ad essere vincolati dai suddetti principi.
Si auspica che questo ultimo passaggio avvenga in un lasso di tempo non eccessivamente lungo. L'Italia è la quinta nazione a ratificare la Convenzione dopo Montenegro, Albania, Turchia e Portogallo.

Si tratta del primo accordo a livello internazionale e giuridico che crea un pacchetto di norme per proteggere a tutto tondo le donne vittime di ogni tipo di violenza, sia fisica che morale con un unico obiettivo: combattere la violenza sulle donne e perseguirne legalmente gli autori.

L'attuale legge italiana contro la violenza sulle donne trova riscontri essenzialmente in tre leggi: la Legge n° 66 del 1996 "Norme contro la violenza sessuale"; la Legge n° 154 del 2001 "Misure contro la violenza nelle relazioni familiari"; la Legge n° 38 del 2009 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11, recante misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori".

Anche il legislatore provinciale riconosce ogni tipo di violenza sulle donne, psicologica, morale, fisica, economica e sessuale, quale violazione dei diritti umani fondamentali alla vita, alla salute, alla sicurezza, alla libertà, alla dignità e all'integrità psico-fisica e un ostacolo al godimento del diritto ad una cittadinanza libera e sicura: Legge provinciale 9 marzo 2010, n. 6 recante "Interventi per la prevenzione della violenza di genere e per la tutela delle donne che ne sono vittime".

Si segnala che anche il Consiglio federale svizzero ha adottato la Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica conformandosi così al diritto europeo contro violenze e abusi.

 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy